la stampa 

Giancarlo Trapanese 


Obsolescente - obsolescenza programmata - romanzo scritto da Giancarlo Trapanese
giancarlotrapanese@giancarlotrapanese.it
decorazione topright
decorazione bottomleft


news

decorazione blackdecorazione black 1decorazione black 1
decorazione black 1
OBSOLESCENTE
DOMENICA 3 FEBBRAIO ore 17:45, Ancona Auditorium Figc

Presentazione ufficiale di "Obsolescente".
Un romanzo nuovo con stimolanti spunti di riflessione (a partire dal perché si guastano così presto televisori, computer e cellulari?. . .).
Presentazione-spettacolo con tanti prestigiosi protagonisti:

ANDREA CARLONI
ANTONIO DEL SORDO
ANTONIO LUCCARINI
AUGUSTO CELSI
ETTORE BUDANO
GIAMPIERO PIANTADOSI
GIOVANNI LUCARELLI
GRAZIA BARBONI
LA CHANCE SU MARTE
PRIMO ZINGARETTI
VITO D'AMBROSIO
Link

OBSOLESCENTE
OBSOLESCENTE
DOMENICA 27 Gennaio, ore 17:45

Grandissimo successo di pubblico per la presentazione del nuovo romanzo di Giancarlo Trapanese, presso l'Hotel San Gallo di Perugia.
Suggestive e di altissimo livello le performance artistiche. . .
Link


decorazione black 1
decorazione black 1decorazione black 1decorazione black 2

il blog di Giovanni

decorazione black decorazione black 1 decorazione black 1
decorazione black 1

Il blog più pungente della rete - Il blog di Giancarlo Trapanese

decorazione black 1
decorazione black 1 decorazione black 1 decorazione black 2

decorazione black decorazione black 1 decorazione black 1
decorazione black 1

Giovanni Trapanese photographer fotografo avvocato

decorazione black 1
decorazione black 1 decorazione black 1 decorazione black 2

decorazione black decorazione black 1 decorazione black 1
decorazione black 1

Gloria Trapanese psicologa clinica Ancora donna prevenzione

decorazione black 1
decorazione black 1 decorazione black 1 decorazione black 2

copertine dei libri di giancarlo trapanese

decorazione topleft decorazione black 1 decorazione black 1
decorazione black 1

Obsolescente - Giancarlo Trapanese
Chi mi ha ucciso? - Giancarlo Trapanese
La giusta scelta - Giancarlo Trapanese
Ascoltami - Giancarlo Trapanese
Ascoltami - Giancarlo Trapanese
Quella Volta che. . .avventure e ricordi di Alceo Moretti - 2010 - libro scritto da Giancarlo Trapanese
Sirena senza coda - libro scritto da Giancarlo Trapanese e Cristina Tonelli
Da quanto tempo - libro scritto da Giancarlo Trapanese
Luna Traversa - libro scritto da Giancarlo Trapanese
Se son fiori... - libro scritto da Giancarlo Trapanese
Calcio a 5 lo sport del 2000 - libro scritto da Giancarlo Trapanese
decorazione black 1
decorazione black 1 decorazione black 1 decorazione 1-bottomright


articoli|recensioni|critiche|rassegne stampa sui libri di giancarlo trapanese:

decorazione topleft decorazione black 1 decorazione black 1
decorazione black 1
Rassegna stampa di Obsolescente
Rassegna stampa di Chi mi ha ucciso?
Rassegna stampa di La giusta scelta
Rassegna stampa di Madre vendetta
Rassegna stampa di Ascoltami
Rassegna stampa di Quella volta che. . .
Rassegna stampa di Sirena senza coda
Rassegna stampa di Da quanto tempo
Rassegna stampa di Luna traversa
Rassegna stampa di Se son fiori
decorazione black 1
decorazione black 1 decorazione black 1 decorazione 1-bottomright

Umbria Notizie - Presentazione del libro di Giancarlo Trapanese "Obsolescente"

decorazione 1-topleft decorazione blank 1 decorazione blank 1
decorazione blank 1
Umbria Notizie
"Obsolescente" di Giancarlo Trapanese in prima nazionale a Perugia, Hotel San Gallo

Umbria Notizie - Presentazione del libro di Giancarlo Trapanese Obsolescente

Lunedì 28 Gennaio 2019
Domenica 27 gennaio presso l’Hotel San Gallo Palace a Perugia è stato presentato in anteprima nazionale il romanzo di Giancarlo Trapanese, caporedattore RAI Umbria e affermato scrittore.
Ad accompagnarlo in questo evento, oltre ad amici giornalisti di fama anche il grande violista Marco Santini e l’eccellente chitarrista Antonio Del sordo.

L’evento si è svolto con estrema fluidità e armonia, con intervalli musicali di livello e rappresentazioni di dialoghi del libro recitate da Giampiero Piantandosi e Ettore Budano, attori marchigiani. Sono inoltre intervenuti il sindaco di Perugia Andrea Romizi, il procuratore generale presso la Corte di Appello di Perugia Fausto Cardella, la presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria Donatella Porzi, il deputato Emanuele Prisco, il consigliere regionale Andrea Liberati e tanti altri.
L’affetto e la stima dimostrata al caporedattore RAI Giancarlo Trapanese attesta quanto sia amato e rispettato dai suoi colleghi e dalle istituzioni tutte.
A moderare il giornalista e amico Andrea Carloni, lo scrittore e giornalista Alvaro Fiorucci, il giornalista esperto in economia Giuseppe Castellini.

Il libro “Obsolescente”, è raccontato con mirabile maestria, appoggiato in una decisa struttura narrativa che rivela la qualità del romanzo, denso di avventure e colpi di scena ma anche di atmosfere intimistiche e temi pirandelliani. Protagonista l’ingegnere Riccardo Inna, uomo retto e di grande onestà intellettuale che riuscirà, attraverso le avventure narrate nel romanzo a recuperare rapporti familiari e personali.
Un bel libro, da leggere con entusiasmo sapendo che alla fine troveremo un po’ di noi stessi tra le pieghe dell’anima di Riccardo Inna.
decorazione blank 1
decorazione blank 1 decorazione blank 1

Nuovo Corriere Nazionale - Presentazione suggestiva per un romanzo di grande interesse Obsolescente

decorazione 1-topleft decorazione blank 1 decorazione blank 1
decorazione blank 1
Nuovo Corriere Nazionale - Grande presentazione a Perugia
"Obsolescente" di Trapanese. Un successo l’anteprima nazionale

Nuovo Corriere Nazionale - Presentazione suggestiva per un romanzo di grande interesse Obsolescente

Nuovo Corriere Nazionale
di Matteo Borrelli

È stata un successo la presentazione, in anteprima nazionale a Perugia, del romanzo “Obsolescente” del giornalista-scrittore Giancarlo Trapanese, che tocca così la sua decima opera di successo.

Un successo per la folta partecipazione, per la qualità dei presenti, per gli interventi e per le performances artistiche. Un mix che ha reso l’evento davvero molto gradevole e di grande qualità, in un clima di calore e di interesse intorno a un ottimo romanzo, pieno di emozioni e di colpi di scena, che tocca un tema di grande attualità ed importanza, l’obsolescenza programmata dei prodotti, così da mantenere vivace il flusso dei consumi.

Nel romanzo il 75enne perugino ingegner Inna, da poco in pensione a riflettere sul senso di una vita priva di affetti e di prospettive (disastroso il suo matrimonio negli States quando era giovane), un po’ misogino e scontroso. Inna è stato forse il più grande esperto mondiale di ‘obsolescenza programmata’, quel settore informatico in sempre maggior sviluppo (anche se sotto traccia) e che governa il funzionamento di cellulari, computer e molti altri apparecchi che ‘devono’ guastarsi dopo un certo numero di anni per consentire ritmi di produzione e livelli occupazionali alti.

Una vita passare a ‘guastare’ invece che ‘costruire’, ma il destino gli propone un’ultima drammatica sfida con il suo passato e con il suo presente, sfida che cambierà, e non poco, le prospettive della sua esistenza.

Gli interventi di Alvaro Fiorucci (giornalista e autore pregiato di volumi su scottanti casi di cronaca, che diventano dei veri e propri ‘gialli’ sulla base della ricostruzione minuziosa dei fatti alla luce dei documenti di indagini e sentenze) e Giuseppe Castellini (giornalista economico) hanno colto i nodi cruciali del romanzo, sviscerandoli sotto vari aspetti e mettendo entrambi in evidenza anche la qualità letteraria del romanzo.

Suggestive e di altissimo livello le performance artistiche:

Giampiero Piantadossi ed Ettore Budano, della compagnia teatro del sorriso, quella che ha messo in scena con grande successo “Chi mi ha ucciso?” tratto dal romanzo precedente di Giancarlo Trapanese, hanno fanno vivere l’atmosfera del romanzo attraverso la lettura di alcuni dialoghi.

Antonio del Sordo, chitarrista di fama, ha incantato con due brani e nel duetto finale con il violinista Marco Santini, altro grande artista che con il suo violino ha introdotto note suggestive che hanno un tocco tutto particolare all’ambiente.

E poi la conduzione del giornalista Andrea Carloni, impeccabile e coinvolgente, che ha reso i vari passaggi della presentazione fluidi ‘legandoli’ alla perfezione.

Insomma, una presentazione degna di un romanzo molto bello, che coglie nel segno. Perché riesce, attraverso una storia avvincente e profonda, dove i personaggi sono ben delineati e colti nelle loro dinamiche psicologiche, a cogliere un aspetto del nostro tempo, appunto l’“obsolescenza programmata’. Un grande gioco (o un grande imbroglio?) che ormai fa parte dell’ingranaggio economico dei consumi.

Ma l’ingegner Riccardo Inna in quel gioco s’è anche perso e Trapanese riesce benissimo, con colpi di scena (Inna si trova coinvolto suo malgrado in un intrigo internazionale, costretto dal libanese Jabal Maalouf, esponente di una cellula terroristico-informatica, a collaborare ad un folle progetto in un misterioso laboratorio iper-tecnologico in Afghanistan) che tengono il ritmo del romanzo in un equilibrio eccellente di interiorità e di azione, a far correre per tutta la vicenda un ‘fil rouge’: per diventare ciò che ci rende veramente degli esseri umani non è mai troppo tardi.

Perugia, come detto, è stata l’anteprima nazionale. Ora il libro verrà presentato in varie località italiane, con un calendario molto fitto. Il prossimo appuntamento è per domani, domenica 3 febbraio, ad Ancona, alle ore 17,45 nella Sala convegni della Figc, in via Schiavoni.
decorazione blank 1
decorazione blank 1 decorazione blank 1

umbriaecultura.it - Libri. Anteprima nazionale a Perugia per “Obsolescente” di Giancarlo Trapanese

decorazione 1-topleft decorazione blank 1 decorazione blank 1
decorazione blank 1
Umbria e Cultura Web - 25 Gennaio 2019
Libri. Anteprima nazionale a Perugia per “Obsolescente” di Giancarlo Trapanese

umbriaecultura.it - Libri. Anteprima nazionale a Perugia per “Obsolescente” di Giancarlo Trapanese

www.umbriaecultura.it - 25 Gennaio 2019
Anteprima nazionale domenica prossima 27 gennaio alle 17,45 alla sala convegni dell’hotel Sangallo a Perugia (in via Masi) dove sarà presentato il nuovo romanzo del giornalista scrittore Giancarlo Trapanese dal titolo “Obsolescente” edito dalla Italic Pequod.

“Obsolescente”, il decimo romanzo dell’autore marchigiano che da un anno e mezzo è caporedattore della sede Rai umbra, è ambientato in gran parte proprio in provincia di Perugia tra il capoluogo, Spello e Montefalco e tratta di temi di assoluta attualità.

Ad accompagnare questo esordio perugino saranno il giornalista Alvaro Fiorucci, grande esperto di cronaca nera e il giornalista esperto di economia Giuseppe Castellini. Gli attori marchigiani Giampiero Piantadosi ed Ettore Budano assieme al grande artista Marco Santini saranno importanti riferimenti di una presentazione davvero insolita.

Il 75enne perugino ing. Inna, da poco in pensione a riflettere sul senso di una vita priva di affetti e di prospettive (disastroso il suo matrimonio negli States quando era giovane), un po’ misogino e scontroso, è stato forse il più grande esperto mondiale di “obsolescenza programmata” , quel settore informatico in sempre maggior sviluppo (anche se sotto traccia) e che governa il funzionamento di cellulari, computer e molti altri apparecchi che “devono” guastarsi dopo un certo numero di anni per consentire ritmi di produzione e livelli occupazionali alti.

Una vita passare a “guastare” invece che “costruire” ma il destino gli propone un’ultima drammatica sfida con il suo passato e con il suo presente, sfida che cambierà, e non poco, le prospettive della sua esistenza.
decorazione blank 1
decorazione blank 1 decorazione blank 1

Ansa.it - Obsolescente - Romanzo ambientato tra l'Umbria e il lontano oriente

decorazione 1-topleft decorazione blank 1 decorazione blank 1
decorazione blank 1
Ansa.it - Marche
Obsolescente nuovo libro Trapanese Romanzo ambientato tra l'Umbria e il lontano oriente

Ansa.it - Obsolescente - Romanzo ambientato tra l'Umbria e il lontano oriente

Redazione Ansa - 27 gennaio 2019 - 20:28
Analizza i "mali del nostro tempo", Giancarlo Trapanese nel suo nuovo romanzo "Obsolescente", ambientato tra l'Umbria e il lontano oriente. Il volume, edito da Italic & pequod, è stato presentato a Perugia.
Trapanese giornalista originario di Ancona (responsabile della TgR della Rai dell'Umbria), scrittore, è già autore di diversi altri volumi. Nel nuovo libro affronta il tema dell'obsolescenza programmata che - si spiega nella presentazione - "è diventata una discutibile scienza con i suoi esperti". Uno di questi, il numero uno al mondo, è un burbero e disilluso ingegnere informatico umbro, che ora, in pensione, si sente inutile e deve fare i conti con la sua anaffettività e la mancanza di rapporti familiari. Suo malgrado - spiega ancora l'autore -, si trova coinvolto in un intrigo internazionale, costretto dal libanese Jabal Maalouf, esponente di una cellula terroristica-informatica, a collaborare ad un folle progetto in un misterioso laboratorio iper-tecnologico in Afghanistan.
decorazione blank 1
decorazione blank 1 decorazione blank 1

Matteo Borrelli - Nuovo corriere nazionale - Obsolescente di Giancarlo Trapanese a Perugia

decorazione 1-topleft decorazione blank 1 decorazione blank 1
decorazione blank 1
Nuovo Corriere Nazionale - Libro da non perdere
"Obsolescente" di Trapanese: romanzo che coglie nel segno

Matteo Borrelli - Nuovo corriere nazionale - Obsolescente di Giancarlo Trapanese a Perugia

27 Gennaio 2019
Oggi alle 17,45 la presentazione a Perugia in anteprima nazionale.

Il giornalista scrittore marchigiano, da un anno e mezzo caporedattore della sede Rai umbra, è alla sua decima opera.
Una storia avvincente, che gira intorno a un ingegnere e all’obsolescenza programmata dei prodotti e che si svolge tra l’Umbria e il lontano Oriente

Il 75enne perugino ingegner Inna, da poco in pensione a riflettere sul senso di una vita priva di affetti e di prospettive (disastroso il suo matrimonio negli States quando era giovane), un po’ misogino e scontroso, è stato forse il più grande esperto mondiale di ‘obsolescenza programmata’, quel settore informatico in sempre maggior sviluppo (anche se sotto traccia) e che governa il funzionamento di cellulari, computer e molti altri apparecchi che ‘devono’ guastarsi dopo un certo numero di anni per consentire ritmi di produzione e livelli occupazionali alti.

Una vita passare a ‘guastare’ invece che ‘costruire’, ma il destino gli propone un’ultima drammatica sfida con il suo passato e con il suo presente, sfida che cambierà, e non poco, le prospettive della sua esistenza.

Coglie nel segno il romanzo “Obsolescente” (Italic Pequod Editore) del giornalista-scrittore Giancarlo Trapanese, che tocca così la sua decima opera. Perché riesce, attraverso una storia avvincente e profonda, dove i personaggi sono ben delineati e colti nelle loro dinamiche psicologiche, a cogliere un aspetto del nostro tempo, l’“obsolescenza programmata’, per cui un cellulare o un pc o molti altri oggetti hanno una durata limitata, così da doverli riacquistare. Un grande gioco (o un grande imbroglio?) che ormai fa parte dell’ingranaggio economico dei consumi.

Ma l’ingegner Riccardo Inna in quel gioco s’è anche perso e Trapanese riesce benissimo, con colpi di scena (Inna si trova coinvolto suo malgrado in un intrigo internazionale, costretto dal libanese Jabal Maalouf, esponente di una cellula terroristico-informatica, a collaborare ad un folle progetto in un misterioso laboratorio iper-tecnologico in Afghanistan) che tengono il ritmo del romanzo in un equilibrio eccellente di interiorità e di azione, a far correre per tutta la vicenda un ‘fil rouge’: per diventare ciò che ci rende veramente degli esseri umani nonè mai troppo tardi.

Il romanzo viene presentato in anteprima nazionale oggi (domenica 27 gennaio) alle 17,45 nella sala convegni dell’hotel San Gallo a Perugia (in via Masi). Un romanzo, il decimo dell’autore marchigiano che da un anno e mezzo è caporedattore della sede Rai umbra, è ambientato in gran parte proprio in provincia di Perugia tra il capoluogo, Spello e Montefalco e tratta di temi di assoluta attualità.

Ad accompagnare questo esordio perugino saranno il giornal

La copertina del nuovo romanzo del giornalista scrittore Giancarlo Trapanese
ista Alvaro Fiorucci, grande esperto di cronaca nera e il giornalista esperto di economia Giuseppe Castellini.
Gli attori marchigiani Giampiero Piantadosi ed Ettore Budano, assieme al grande artista Marco Santini saranno importanti riferimenti di una presentazione davvero insolita.

Di Matteo Borrelli
decorazione blank 1
decorazione blank 1 decorazione blank 1

La redazione del sito iltamtam.it recensione sul nuovo romanzo "Obsolescente" di Giancarlo Trapanese

decorazione 1-topleft decorazione blank 1 decorazione blank 1
decorazione blank 1
iltamtam.it - Recensione sul nuovo romanzo "Obsolescente" di Giancarlo Trapanese
Obsolescente: un libro sulla morte degli oggetti Il romanzo, firmato da Giancarlo Trapanese, è ambientato tra Perugia, Spello e l'Afghanistan

La redazione del sito iltamtam.it recensione sul nuovo romanzo Obsolescente di Giancarlo Trapanese

22 Gennaio 2019
Il romanzo, firmato da Giancarlo Trapanese, è ambientato tra Perugia, Spello e l'Afghanistan

Si intitola “Obsolescente” il nuovo romanzo di Giancarlo Trapanese (nella foto), scrittore, giornalista e attuale caporedattore del Tgr Rai Umbria, e sarà presentato domenica 27 gennaio alle ore 17.45 a Perugia presso l’Hotel San Gallo in un evento che vedrà la partecipazione degli artisti Marco Santini, Giampiero Piantadosi e Ettore Budano.

Il libro parla di un tema delicato quale quello della obsolescenza programmata, ovvero l’attività che si presume venga praticata dai costruttori su alcuni dispositivi affinché smettano di funzionare dopo un tempo definito. Un fare che costringe le persone a ricomprarlo, spingendo così al consumismo.

Il protagonista del libro, l’ingegner Inna, che ha dedicato una vita a programmare la morte degli oggetti, è protagonista suo malgrado di un intrigo internazionale e costretto dal libanese Jabal Maalouf, esponente di una cellula terroristica-informatica, a collaborare a un progetto che dovrebbe cambiare l’economia mondiale. Ambientato tra Perugia e Spello ed in un misterioso laboratorio iper-tecnologico in Afghanistan, il romanzo scorre via veloce verso un finale che il lettore non immagina.

Il protagonista del libro, che ha dedicato la vita a “far in modo che gli oggetti si rompano”, si giustifica in questo modo: la natura non fa lo stesso? Per evitare la sovrappopolazione non programma la morte delle cellule? Che altro è l’invecchiamento umano se non una obsolescenza programmata?”

Al di là della storia che tiene incollati alle pagine, “Obsolescente” porta a fare qualche riflessione sui ritmi di una vita usa e getta, come spesso la si vive oggi. Una vita che potrebbe avere bisogno di tempi più lenti, necessari per fare spazio all’approfondimento e alla riscoperta di valori che ci rendono veramente essere umani.
decorazione blank 1
decorazione blank 1 decorazione blank 1

Teck Economy - Articolo di Sonia Montegiove sul nuovo romanzo "Obsolescente" di Giancarlo Trapanese

decorazione 1-topleft decorazione blank 1 decorazione blank 1
decorazione blank 1
Teck Economy - Articolo di Sonia Montegiove sul nuovo libro "Obsolescente" di Giancarlo Trapanese
Obsolescenza programmata o obbligata? Di Sonia Montegiove, Responsabile editoriale di Tech Economy

Teck Economy - Articolo di Sonia Montegiove sul nuovo romanzo Obsolescente di Giancarlo Trapanese

Multe da 5 e 10 milioni quelle che di recente l’Antitrust ha inflitto a due tra i maggiori produttori di smartphone, Apple e Samsung, per aver attuato pratiche commerciali scorrette in relazione al rilascio di software che ha portato gli utenti ad accelerare la sostituzione dei propri device. Non è citato il termine “obsolescenza programmata” ma tutto porta a pensare a quest’ultima: lo spingere un utente a installare nuovo software che possa rallentare uno smartphone è praticamente un po’ come programmare volontariamente la rottura di un elettrodomestico a un tempo x.

Del resto, la velocità che contraddistingue l’evolversi della tecnologia sembra portare a scelte obbligate, per cui di obsolescenza programmata non si parla più. “L’importante è che l’utente sia informato e consapevole”.

Giancarlo Trapanese, scrittore e caporedattore del TgR Rai Umbria, proprio per portare a riflettere sul meccanismo perverso dell’obsolescenza e del nostro modello di economia, ha pubblicato di recente “Obsolescente”, un romanzo il cui protagonista è un esperto programmatore di “morte annunciata” degli oggetti.

Per scrivere una storia che sia il più verosimile possibile, lei si è confrontato con esperti di obsolescenza. Che idea si è fatto a riguardo? Qual è il punto di equilibrio (se ce n’è uno) tra necessità delle aziende di incentivare consumi e bisogno di tutela del consumatore? E soprattutto, il consumatore ritiene che senta ancora il bisogno di essere tutelato?
Il protagonista immaginario ( ma forse non tanto) del libro, l’ingegner Inna ha dedicato una vita all’obsolescenza programmata, divenendone il più grande esperto mondiale. Nelle sue considerazioni c’è anche il senso della risposta alla domanda sul punto di equilibrio. In un mercato che ha scelto la strada del consumismo assoluto, figlio dell’abbandono agricolo degli anni ‘50-60 , dell’urbanizzazione e dell’acquisto di massa, questo equilibrio è un punto difficile da trovare. La risposta all’interrogativo che diventa esistenziale per chi ha dedicato la vita a “far in modo che si rompa” è in fondo una excusatio “intima”: la natura non fa lo stesso? Per evitare la sovrappopolazione non programma la morte delle cellule? Che altro è l’invecchiamento umano se non una obsolescenza programmata?

Un sociologo tempo fa rimarcava la necessità di educazione alla complessità per ragazzi e adulti in questo mondo caratterizzato da una sempre più veloce obsolescenza (non solo degli oggetti). Quale immagina possa essere un “antidoto” o un correttivo al poco controllabile consumismo tecnologico?
Probabilmente solo la riflessione, il rallentare i ritmi di questa vita usa e getta potrebbe, se non porre un freno, tornare a dare sostanza all’approccio dei giovani alla bellezza, all’apprezzamento della “fatica per”. Il massimo risultato con il minimo sforzo è il totem di quest’epoca poco attenta alla qualità che resta, alla filosofia di fondo e molto più attenta al risultato finale, a quella che sembra essere la sostanza ma che spesso appare in realtà un imbroglio. Un esempio per tutti: i quiz televisivi una volta erano riservati a quelli “bravi” , capaci di ricordare cose inimmaginabili per molti. Domande impossibili che appassionavano perché ammiravamo gli Inardi o la signora Longari, che sapevano tutto. Oggi il quiz è in genere a quattro risposte suggerite, possibilmente semplici, in modo che lo spettatore abbia la possibilità di sentirsi in grado di “centrare” la risposta giusta magari anche a caso. Massimo risultato, appunto, con il minimo sforzo. La filosofia dei tempi moderni.

Quale potrebbe essere il ruolo della stampa e dell’informazione e della stampa nell’aiutare i consumatori a non essere “vittime” di acquisti pilotati da profilazione, obsolescenza (programmata e non), tendenze sui social?
La stampa in un mondo che non legge (soprattutto in Italia) e non ha tempo sopravvive a stento in una crisi esistenziale profonda: da una parte non è ancora riuscita a reinventarsi nell’epoca dell’overdose di informazione tramite altri mezzi, dall’altra sopravvive aggrappata a vecchi schemi grazie alla pubblicità. E chi fa la pubblicità è proprio, nella stragrande maggioranza dei casi, quell’industria che ha nel DNA l’obsolescenza programmata. Difficile attendersi una forte spinta verso la presa di coscienza collettiva dalla stampa tradizionale, ivi comprese le televisioni.
decorazione blank 1
decorazione blank 1 decorazione blank 1

 

presentazioni | libri

decorazione topright

Obsolescente


Ancona
Perugia
decorazione bottomleft